Finisce la benzina a Losanna: SAM battuta dalle Foxes 69-64


Tre trasferte in meno di sette giorni. Più di 1920km percorsi e molte, moltissime ore passate sul pullman. Da questa settimana folle la SAM Basket Massagno è uscita con due terzi del bottino in palio. Alla vittoria di Lucerna contro Swiss Central e all’impresa contro il Neuchâtel in SBL Cup non è infatti seguito il successo questa sera contro le Foxes del Pully Lausanne, uscite vittoriose 69-64.


La partita

SAM che parte col collaudato quintetto Magnani, Jankovic, Aw, Moore, Ongwae e Moore, ma, dopo i primi botta e risposta, la squadra subisce un parziale di 10-0 che trasforma un 13-15 in nostro favore in un 20-15 per i padroni di casa sula prima sirena.

Jules Aw si conferma il nostro ariete da sfondamento e a lui si affida la squadra all’inizio del secondo periodo. Il leone senegalese trova la doppia cifra dopo 11 minuti di gioco (11 pts) e la SAM un 5-0 d’entrata di secondo quarto che ristabilisce gli equilibri tra le due squadre (23-21 a 6’34’’). Il rientro di Roberson in campo è sinonimo di tiri aperti per nostri. Il motorino di ULM University è una furia in area avversaria e gli scarichi verso le nostre guardie ci regalano tiri smarcati che però non riusciamo a convertire in punti. Chi non ha problemi dalla lunga distanza invece è Tony Brown che a 3’25’’ dalla pausa lunga infila la tripla che vale il +8 Foxes (31-23). Il secondo periodo non offre molto di più e alla pausa si va sul 31-24.

Si apre la terza frazione ma la SAM non sembra capace questa volta di ribaltare il risultato. Il Pully Lausanne guadagna ulteriormente vantaggio e Gubitosa è obbligato a chiamare il time-out a 3’07 dalla fine dopo che i padroni di casa, con la bomba di Top, si portano sul massimo vantaggio fino ad allora (+10, 46-36). I sessanta secondi di pausa non scuotono i biancorossi che alla ripresa del gioco subiscono un altro parziale di 8-0: partita praticamente chiusa. Il terzo finisce con un glaciale -20 di scarto (59-39).

Gli ultimi 10’ di gioco li battezzano Roberson (3pts) e Aw in contropiede (2pts). La SAM tira fuori l’orgoglio e Dessarzin è costretto invece a tirare fuori la lavagnetta a 7’43’’ dalla fine: Time-out Foxes per frenare il tentativo di ritorno SAM. I ticinesi, come successo spesso in stagione, si rilevano squadra dal cuore sconfinato perché dopo il -20 di inizio quarto riescono a riportarsi con il trio Ongwae-Aw-Roberson fino al -5 a sessanta secondi dalla fine (65-60). A frenare il ritorno dei ragazzi di Gubitosa è il solito Lattibeaudiere che sul fallo sistematico SAM non sbaglia dalla linea della carità e con Asase fissa lo score finale sul 69-64.

Finisce qui la striscia di tre vittorie consecutive della SAM. Il Losanna si è dimostrato più costante di noi sull’arco dei 40’ di gioco. L’inizio del terzo periodo si è rilevato ancora una volta il nostro punto debole anche se a pesare di più sul risultato finale sono state indubbiamente le tre trasferte di fila in una sola settimana.

La squadra ha infatti evidenziato i classici segni dovuti alla stanchezza. Le 17 palle perse e lo 0% da tre punti (0-15) sono una sentenza a riguardo. SAM che oltretutto da oltre l’arco ha sempre preso sempre ottimi tiri.

Di positivo, sicuramente la reazione di carattere nel quarto quarto dove per un soffio non siamo stati capaci di girare un -20 per tutti fuori portata. Lo sa bene anche Gubitosa che si dice comunque soddisfatto da questo filotto di tre partite in sette giorni:


"Devo dire che sono comunque contento di questa settimana di fuoco. Dopo la vittoria contro Swiss Central abbiamo concentrato tutte le nostre energie sulla partita di coppa contro Neuchâtel. Il viaggio in quel caso ci ha pure giocato contro (7h di pullman passando dal San Bernardino), eppure siamo riusciti in un impresa storica per la nostra società. Oggi eravamo completamente in riserva. I ragazzi hanno dato tutto ma era semplicemente finita la benzina. 

Nel complesso abbiamo giocato una buona partita ma non puoi pretendere di vincere quando fai 0-15 da tre punti e perdi 17 palloni. Tutti segnali di stanchezza appunto. Dispiace non essere riusciti ad ultimare la rimonta alla fine. Siamo risaliti da un -20 con grande carattere e per poco non portavamo a casa il match. Peccato.

I ragazzi ora hanno bisogno di riposare perchè venerdì prossimo arriva il Winterthur e poi martedì il derby di coppa con i TIgers." 

Il tabellino della partita

SAM Basket Massagno: Magnani, Jankovic 11, Aw 17, Bracelli , Roberson 8, Ongwae 16, Martino 2, Moore 10.

Pully Lausanne Foxes: Top 16, Brown 7, Rodriguez 2, Wade 19, Cleare 6, Asase 1, Lattibeaudiere 18.


1 visualizzazione

© 2017 SAM BASKET Massagno.

Contatti

SAM BASKET Massagno

Casella Postale 301

6908 Massagno

info@sambasketmassagno.com