Basilea stappa lo spumante. Alla SAM rimane il panettone


Il 2017 termina con una sconfitta. Dopo la vittoria contro Winterthur prima di Natale la SAM trova la seconda sconfitta di fila (prima vs Lugano). A Basilea i ticinesi sono poca cosa e per i renani arrivano due punti meritati.


La squadra di Pavloski, costretta a giocare lontano (nemmeno tanto) dalla sua solita palestra di Birsfelden, ospita i massagnesi nella “nuova” location di Kriegacker. In campo per i padroni di casa ci vanno Hermann, Kostic, Babic, Devcic e Hess, mentre la SAM schiera un inedito Andjelkovic nello starting five, lasciando in panca Aw. Sono proprio i lunghi a farci male nei primi 10 minuti con Schoo e Calasan che trascinano i padroni di casa facendoli chiudere davanti alla prima sirena (24-16).

Nel secondo periodo Massagno prende in mano la situazione e da -10 si riporta a -5 in tre minuti di gioco. Pavloski non trema e chiama subito il minuto di sospensione per arrestare il momento positivo dei nostri. Scelta azzeccata dell’allenatore renano che al rientro vede i suoi piazzare un contro parziale di 7-0 (35-23) fino all’infortunio di Petar Babic (problemi al ginocchio per lui) a 2’42’’ dalla fine del quarto. La SAM prova in tutti i modi a ritornare in partita ma l’impressione è che ci sia più fiato che fosforo. La palla non entra nemmeno a pregarla e l’8-25 al tiro da due non fa che confermare il +10 alla pausa per i padroni di casa (35-25).

Il famigerato terzo periodo, a noi fatale in più di un’occasione in stagione, questa volta non tradisce. Nonostante una buona prestazione dei biancorossi la squadra di Gubitosa e Cabibbo non riesce a strappare il parziale decisivo ed alla fine si deve accontentare di sole 2 lunghezze guadagnate in 10’ di gioco (52-44). Jules Aw mette a segno 11 dei 17 punti dei nostri nel quarto ma non è abbastanza. Tutto rimandato agli ultimi 10’.

Il quarto periodo si apre sul rombo di motore del nostro Roberson. Il motorino di ULM ispira la rimonta ticinese infilando 7 dei primi 9 punti degli ospiti (55-53 a 6’24’’ dalla fine). Dall’altra parte risponde Allyn Hess, 23enne proveniente dalla South Dakota State University, anche lui a segno nei primi 7 punti dei 9 di Basilea. Massagno si gioca tutto, alza il pressing e costringe e svariate palle perse i padroni di casa. Si arriva a 1’07’’ sul 65-63 per i renani.

La pressione difensiva dei biancorossi da i suoi frutti, ma sul finale il fallo sistematico di Roberson costringe l’americano a lasciare anzitempo il campo (47’’ dalla fine). Dalla lunetta Basilea fa uno su due, così come Jankovic poco dopo, non sfruttando l’occasione di pareggiare i conti a 39’’ dalla fine. È un via vai dalla linea della carità, con Kostic che prosegue la percentuale del 50% ai liberi che caratterizza gli ultimi secondi di partita lasciando aperto uno spiraglio alla SAM (68-66).

Gli ultimi secondi decisivi

Mancano praticamente 24’’ sul cronometro e i ticinesi hanno la palla in mano. Ongwae penetra deciso verso canestro attirando la difesa. Lo scarico per Magnani è di facile lettura con il numero 4 di Reggio che può prendersi un tiro da tre punti piedi a terra per il sorpasso decisivo, ma il ferro sputa fuori il pallone. A questo punto è Jankovic a venire in soccorso con un rimbalzo di prepotenza nel pitturato, ma anche lui non riesce a realizzare. Il nostro reparto lunghi ci permette di avere ancora un’ulteriore chance con Jules Aw, che prende il suo 15esimo rimbalzo dell’incontro ma, manco a dirlo, il suo tiro è corto. Questa volta Basilea riesce a fare suo il rimbalzo e dalla linea della carità – dopo gli svariati falli sistematici della SAM – non sbaglia e chiude la partita. Finisce 72-66.


Termina con una sconfitta il 2017 della SAM. Un risultato frutto di una prestazione sottotono rispetto a quanto visto fino a poche settimane fa. La partita contro Lugano, nonostante l’incredibile rimonta finale, aveva mostrato una squadra leggermente in flessione. L’impressione è che il tour de force di metà dicembre non sia stato ancora smaltito completamente dai nostri, che comunque possono dirsi soddisfatti di una prima metà di stagione da sogno.

La sconfitta di Neuchâtel contro Ginevra congela il nostro piazzamento in classifica (4° insieme ai neocastellani) e, per una società come la nostra, è già un ottimo risultato. Si sa però, la fame vien mangiando…. E se nel 2018 potessimo toglierci qualche sfizio?

Per il momento pensiamo a festeggiare l’anno venturo! Dalla Società gli auguri di Buon Anno e Buone Feste a tutti!

Il tabellino della partita:

SAM Basket Massagno: Andjelkovic 4, Magnani 6, Jankovic 11, Roberson 16, Ongwae 14, Jules Aw 15. Starwings Basket Regio Basel: Kostic 11, Babic 8, Hess 23, Verga 3, Schoo 14, Calasan 13.


0 visualizzazioni

© 2017 SAM BASKET Massagno.

Contatti

SAM BASKET Massagno

Casella Postale 301

6908 Massagno

info@sambasketmassagno.com