SAM eroica a Neuchâtel: siamo alle Final Four di SBL Cup. Montreux arriviamo!!


Partita incredibile quella di Neuchâtel! Un match che nessuno, dopo le peripezie passate dai nostri in giornata, si sarebbe aspettato di vincere. Eppure la SAM è stata capace anche di questo. Siamo riusciti nell’impossibile. Abbiamo battuto l’Union dopo sette ore di pullman nelle gambe. Stentiamo ancora a crederci ma è la verità. SI VA A MOTREUX!!!


Dopo la bruttissima notizia di questo pomeriggio in merito a quanto accaduto all’interno della galleria del San Gottardo, la spedizione SAM decide di percorrere l’alternativa San Bernardino, speranzosa di evitare il traffico. Il risultato è un’interminabile Odissea. C’è poco da fare. Di alternative non ce n’erano.

Preso nota del percorso alternativo dei nostri, l’organizzazione decide di posticipare la partita alle 20:15 (orario originale 19:30), ma nonostante il bel gesto i nostri toccano la maniglia della Riveraine solamente alle 19h45. Insomma, non certo una trasferta tranquilla…

Nonostante quanto si potesse pronosticare, la SAM regge bene i primi 10’ con Neuchâtel che conduce l’incontro ma i biancoblù rimangono attaccati al risultato (SAM scesa in campo con la terza divisa). Ad un minuto e mezzo dalla prima sirena fa il suo esordio anche Milos Rakovic (#24 del Union Neuchâtel) e dai primi palloni ricevuti si capisce subito che non ha nulla a che fare con questo campionato. Chiudiamo il primo quarto sotto di 8 (24-16).

Inizia il secondo periodo e la SAM subisce subito un parziale in entrata che la manda a -10. A questo punto la partita sembra scivolarci già di mano anche perché Rakovic, giocando in pantofole, fa praticamente tutto ciò che vuole. Ed invece i ragazzi ingranano la marcia e con una super difesa ed un’ottima fase offensiva ci riportiamo addirittura sopra di due a 2’42’’ dalla pausa lunga (32-34). I giochi in attacco funzionano alla perfezione e spesso e volentieri ci troviamo un tiro aperto senza difesa davanti. Purtroppo, come si dice anche nel calcio, “alla fine bisogna buttarla dentro” e noi litighiamo troppo spesso con il ferro. Si tratta comunque di un’ottima SAM che finisce il secondo periodo sopra di due grazie al tiro sulla sirena di Ongwae che ci consegna un meritatissimo 38-40.


Alla ripresa del gioco ci ritroviamo a condurre la partita con più di un’occasione tra le mani per potercene andare via, ma ancora una volta facciamo a botte con l’anello arancione e alla fine sono i nostri avversari ad approfittarne superandoci di 4 a 3’30 dalla fine. Momento difficile dell’incontro. Due palloni gettati alle ortiche e un’infrazione di 24 secondi caricano Union che però spreca anche lei. Ci vuole una tripla di Magnani per calmare le acque e riportarci sotto (51-50). Il quarto finisce con il tap-in vincente di Monteiro sulla sirena. Padroni di casa avanti 55-50. Assurdo, dopo la trasferta allucinante dei nostri, ma siamo ancora lì e possiamo vincerla!

L’inizio degli ultimi 10’ di gioco è traumatico con i padroni di casa che ci rifilano un 4-0 "prêt-à-porter", per usare un francesismo, che vale il -7 SAM (57-50). Con l’ennesima prestazione da squadra di carattere rimettiamo insieme i pezzi e con Aw e la bomba di Moore a 8’50 dalla fine torniamo addirittura sopra nel punteggio. A questo punto ad andare “in palla” sono i gialloblu, che rimangono piantati a 57 punti mentre noi infiliamo un parzialino di 16-0 (66-57). Iniziano quindi gli ultimi 5 minuti di partita e l’incontro sembra finalmente entrare nel vivo. Alla bomba di Savoy risponde Jules Aw di prepotenza dal pitturato, poi, il fallo tecnico fischiato a Ongwae scalda ulteriormente gli animi. Fuori dalla Riveraine il gelo, dentro tutt’altro. La SAM è una corazzata in difesa. Neuchâtel passa gli ultimi due minuti a scialacquare palloni uno dietro l’altro, mentre sull’altro fronte Jankovic disegna opere d'arte "gancio-cielo" da far invidia anche a Michelangelo. I secondi passano, Neuchâtel non va a canestro ed è obbligata a mandarci sulla linea della carità. Non sbagliamo questa volta. Due su due di Moore a 58’’ dalla sirena e +12 SAM (64-76). Parker regala ai neocastellani l’ultimo punto della partita (65-76) ma oramai in panchina la testa è già a Motreux. Si, avete capito bene. Andiamo tutti a Montreux!!

La squadra di Gubitosa e Cabibbo scrive un’altra pagina di pallacanestro a Massagno! La SAM Basket accede per la prima volta nella sua storia alle Final Four della SBL Cup, dove troverà Lugano, Friborgo e Ginevra. Siamo tra le prime quattro squadre più forti della lega! E la classifica non mente!

Tutti a Montreux!

Il tabellino della partita

SAM Basket Massagno: Magnani 12, Jankovic 4, Aw 28, Roberson 3, Ongwae 13, Moore 16.

Union Neuchâtel: Savoy 3, Taylor 10, Parker 21, Monteiro 11, Williamson 14, Colon 2, Rakovic 4.


1 visualizzazione

© 2017 SAM BASKET Massagno.

Contatti

SAM BASKET Massagno

Casella Postale 301

6908 Massagno

info@sambasketmassagno.com