© 2017 SAM BASKET Massagno.

Contatti

SAM BASKET Massagno

Casella Postale 301

6908 Massagno

info@sambasketmassagno.com

Ongwae è da poster, Martino da MVP


L'ultima giornata della prima fase del campionato ha regalato alla SAM Basket Massagno la tredicesima vittoria della stagione. Ad uscire sconfitto, lo Swiss Central Basketball (83-75), sempre vivo fino all'ultima sirena.


La SAM traccia così un primo bilancio della stagione, quello che si fa al termine della prima fase del campionato, altrimenti detta "preliminare". Coach Gubitosa e coach Gabibbo evidenziano con lo Stabilo una riga spessa, anzi due, sulla casellina dei punti e quindi su quella delle partite vinte. Tredici vittorie e nove sconfitte sono il risultato di una conduzione tecnica e di un rendimento sul parquet da incorniciare. Un andamento in campionato largamente al di sopra delle aspettative ha permesso ai ragazzi di scendere in campo con la mente più libera e con i Playoff già in tasca. Sì, perchè come vuole il regolamento, la SAM - facendo parte dei primi sei classificati al termine della fase preliminare - è automaticamente qualificata per la fase finale del campionato e non dovrà passare dal girone dell'inferno delle ultime sei. Girone dal quale passerà invece lo Swiss Central, obbligato a giocarsi la fase ad orologio con il coltello tra i denti per strappare uno degli ultimi due biglietti per i Playoff ancora disponibili.


Sarà stata forse questa leggerezza mentale o forse semplicemente un'organico ridotto all'osso - out Andjelkovic, Ishiodu, Magnani, Mausli e Veri - a condizionare la prestazione dei ragazzi questo pomeriggio. La SAM scesa in campo contro la compagine di Eric ha infatti lasciato a desiderare in alcuni tratti di partita, tanto da rimettere in discussione la contesa nei minuti finali dell'incontro dopo essere stata sopra di addirittura 16 punti.


Con Chatman e Plüss decisamente sottotono, gli ospiti si sono dovuti affidare alle possenti braccia del loro centro, Eric Thompson (27 punti e 15 rimbalzi), e al cecchino di Lucerna, Marco Lehmann (20 pts). La SAM dal canto suo ha faticato a far valere lo strapotere fisico sotto canestro. Jankovic sempre generosissimo nel gioco di squadra mentre Jules Aw, condizionato dal rientro dopo l'infortunio al naso (ha provato a giocare senza maschera protettiva), ha faticato a trovare il ritmo, tanto in attacco quanto in difesa. Gli ospiti hanno così giocato la pallacanestro che li contraddistingue, con contropiedi in velocità, tiri da oltre l'arco ed un semplice quanto efficace pick&roll centrale che ha messo in difficoltà più di una volta i massagnesi.


Nella serata dove Roberson non ha saputo brillare come al solito ecco però che salgono in cattedra gli svizzeri, dimostrando sempre di essere pronti quando chiamati in causa. Succede perciò, che oltre alla solita magistrale partita del keniano Tylor Ongwae (22 pts con 3/4 da 3pts) che regala ai presenti una schiacciata da poster, Appavou sfoderi una prestazione difensiva di tutto rispetto ma soprattutto chiuda l'incontro con 8 punti, 2/2 dal campo e 3/3 dai liberi: Mister 100%.


In cabina di regia invece ci si strappa le mani nell'applaudire il numero 5 in maglia biancorossa. Si tratta del solito Alexander Martino, premiato MVP della serata. Un difesa mostruosa su Chatman e una personalità da vendere in attacco lo portano alla sirena finale con 14 punti, 5/10 dal campo e 2/3 ai liberi. Un ragazzo che in questa stagione si è preso il palcoscenico e la cabina di regia a suon di prestazioni, senza mai strafare ma sempre in completo controllo sia del gioco che dei propri mezzi.


La partita nello specifico vede la SAM condurre sempre le redini del gioco nonostante qualche breve blackout che tiene vive le speranze degli ospiti. Alla pausa lunga si va sul 46-38 ed al rientro Massagno pare poter andare via. Gli ospiti però, da buona squadra del Nord quale sono, non vogliono saperne di cedere la contesa e con difesa e contrattacchi si riportano pericolosamente a -4 a ridosso del 40''. Preso forse troppo dalla foga di poter infine sorpassare la SAM (79-75), Chatman si fa scappare dalle mani una tripla troppo frettolosa a 41'' dal termine, trovando il ferro e perdendo definitivamente la possibilità di riacciuffare i nostri. Si chiude sul 83-75.


La SAM si gode in anticipo i Playoff e si prepara ad affrontare la fase ad orologio con l'atteggiamento di chi sa di aver già dato e ottenuto tanto da questo campionato, consapevoli comunque, che arrivati qui, non si può che puntare ancora più in alto!

Il tabellino della partita

SAM Basket Massagno: Ongwae 22, Martino 14, Jankovic 6, Aw 11, Appavou 8, Roberson 9, Moore 13.

Swiss Central Basketball: Chatman 10, Kairavicious 8, Thompson 27, Lehmann 20, Stallkamp 3, Plüss 7.


0 visualizzazioni