La sorte ci volta le spalle. “Contro Boncourt sarà tirata fino all’ultimo”


Sono passati pochi giorni dalla vittoria tutta “under” di coppa contro i Wallabies. Martino e Bracelli ci hanno regalato una prestazione stratosferica in settimana e l’impiego, ma soprattutto il rendimento, dei giovani Strelow e Mausli hanno portato una ventata di ottimismo nella sede della Società. “C’era bisogno?” direte voi...


Si, e la ragione l’abbiamo scoperta questa mattina. Mentre Gubitosa – che sempre deve e dovrà fare a meno di Andjelkovic fino a Natale probabilmente – si pregustava il ritorno di Roberson magari già da domani, la dea bendata ha voluto farci lo sgambetto ancora una volta.

Keon Moore, nell’allenamento di ieri sera, ha sentito tirare il muscolo dell'adduttore e subito ha dovuto mettersi a sedere. Preoccupazione da parte dello staff che si è tramutata in sconforto questa mattina. Gli esami hanno infatti riscontrato uno stiramento del muscolo dell'adduttore, che tramutato in tempistiche significa un stop obbligato fino a fine mese.

Il BC Boncourt a raggi x

Lasciamo stare per un attimo il nostro favoloso andamento in campionato, lasciamo stare anche la situazione infortuni che sembra perseguitarci da inizio stagione, e scordiamoci pure la vittoria in coppa di mercoledì. Domani a Nosedo ci giochiamo forse la partita più importante da inizio stagione a questa parte.

Dalla sperduta Boncourt, Comune di poco più di 1'200 anime in territorio giurassiano al confine con la Francia, arriveranno nel pomeriggio di domenica i diavoli del BC Boncourt. Guidati da Romain Gaspoz, storico allenatore – sette anni – dell’Elfic Fribourg (LNAF) che ha ripreso quanto di buono fatto dal suo predecessore Nicolas Pérot, la squadra giurassiana a dimostrato fin qui di essere un’assoluta protagonista di questa prima metà di stagione. Complice l’inizio da incubo del BBC Monthey, il nostro stesso exploit, ed una serie di risultati positivi contro le più “piccole”, il Red Team di Porrentruy si ritrova quarto in campionato dopo sette partite disputate insieme al Union Neuchâtel e, guarda un po’, alla SAM (che vanta una partita in meno).


Con una sconfitta nelle ultime tre partite – e altrettante nelle ultime cinque – il Boncourt arriva a Massagno con il vento in poppa. Nell’ultimo incontro di campionato infatti, i giurassiani hanno schiacciato allo Chaudron un Basilea oramai allo sbando (89-68), mentre ai quarti di coppa di questa settimana sono usciti col brivido da Winterthur, riuscendo tuttavia a battere i padroni di casa (87-90) ed approdare ai quarti di finale.

La squadra è praticamente tutta nuova rispetto all’anno scorso. Da Neuchâtel è arrivato Raimundas Danys mentre, a ringiovanire ulteriormente uno dei roster più giovani del campionato, dai leoni di Ginevra è arrivato uno degli svizzeri più promettenti: Juraj Kozic. Nel pacchetto stranieri non si può non citare il centro di 211 cm Amir Williams (13.6 pts, 12 reb), ma soprattutto Brandon Brown, attuale Topscorer dei giurassiani e vero e proprio mattatore delle difese avversarie.

Attenti a quei due!


Non si tratta certo di Tony Curtis e Roger Moore della serie televisiva britannica The Persuaders! (Attenti a quei due in titolo italiano), ma la SAM dovrà fare attenzione ad un'altra coppia, tutta a stelle e strisce e, pure loro, composti da un "basso" e un lungo".

A giocare il ruolo di Tony Curtis è senza dubbio Brandon Brown. Unica vera punta di diamante di Gaspoz, il playmaker statunitesne rappresenta il pericolo principale per Gubitosa e i suoi. Avranno infatti un bel da fare Martino e Magnani per cercare di arginare il folletto di Loyola Marymount University (NCAA I). Velocissimo con e senza palla, dotato di un’ottima visione di gioco e di un più che dignitoso tiro da tre punti (42.9%), Brown si è regalato nelle ultime due uscite delle statistiche da capogiro. Contro Basilea ha infatti registrato 36 punti, 5 assits e 9 rimbalzi, mentre in coppa contro Winterthur i punti sono stati addirittura 39, conditi questa volta da 2 assist e 4 rimbalzi.

Se dalla sala dei bottoni di Brown e Martino ci spostiamo direttamente sul campo da battaglia, ecco che troviamo lo scontro tra Panzer Williams-Aw. Il nostro fuoriclasse infatti avrà pane per i suoi denti poichè si troverà davanti praticamente alla sua fotocopia in maglia giurassiana. Il Roger Moore degli ospiti è un centro americano di 211 cm che gira in campionato, anche lui, con una doppia doppia di media ed arriva da due prestazioni assurde. Ai renani, Williams ha rifilato 17 punti e 19 rimbalzi mentre in svizzera tedesca, contro il BC Winterthur, ha fatto vedere i cosiddetti sorci verdi a Samuel Downey mettendo a referto 20 punti e 16 rimbalzi.

Jankovic e Aw sono avvisati, domani servirà un grandissimo lavoro in difesa per limitare il fattore Williams.

Sarà una partita tirata fino all'ultimo

Partita fondamentale quella di domani, sia in ottica SBL Cup che per il campionato. Boncourt sta facendo bene tanto quanto noi e lo scontro diretto diventa ancor più fondamentale se guardiamio al nostro calendario. Lo sa bene coach Robbi Gubitosa che domani si aspetta una vera e propria battaglia in campo.

Domani sarà una partita fondamentale per noi. Boncourt è una squadra che ha più o meno le nostre stesse qualità e bisognerà batterla, anche perché il calendario per noi si fa molto più impegnativo con Friborgo, Ginevra e quindi il derby nelle prossime tre partite.

Mi aspetto un incontro equilibrato dall'inizio alla fine. Dovremo essere capaci di aggredirli dalla palla a due e limitare il loro gioco sull'asse Brown-Williams. Sono due giocatori che stanno facendo molto bene fino ad ora ma noi abbiamo chi saprà fare meglio di loro. Ho grande fiducia nei miei ragazzi.

Ci vediamo tutti a Nosedo domani (16h00) per SAM - Boncourt, e non dimenticate di venire a sostenere la nostra U17 alle 13h00!!


3 visualizzazioni

© 2017 SAM BASKET Massagno.

Contatti

SAM BASKET Massagno

Casella Postale 301

6908 Massagno

info@sambasketmassagno.com