Il derby è massagnese

La Spinelli si conferma squadra di vertice e non da scampo ai Tigers ...

All'Istituto Elvetico si è tornati a respirare l'aria di un derby con la presenza di un bel pubblico e di tamburi da ambo le parte ad animare e sostenere le proprie squadre.

Questo ritrovato ambiente ha sicuramente dato alla partita e ai giocatori la giusta adrenalina per giocarsi al meglio il derby.

L'inizio di partita lo ha confermato con i Tigers molto graffianti in particolare con il trio americano che trova con regolarità il canestro. Il primo tempo è molto equilibrato e Lugano spesso ha messo la testa avanti grazie ad un'energia positiva che le ha permesso di trovare canestri con regolarità e al 5° è avanti 15 - 6.

La SAM fatica a trovare punti e scattano i primi cambi con l'entrata di Vernon Taylor e Juwann James che intensificano la pressione difensiva e Taylor trova subito i primi punti.

Dalla parte luganese oltre ai tre americani una menzione va a Marco Matasic che mette grande energia in campo accompagnata da una grande velocità che gli permette di segnare canestri importanti. Il primo quarto si chiude in parità 20-20.

La ripresa tiene ancora incollate le due squadre fino al 15° 29 - 30 poi la Spinelli mette un primo allungo con Kovac e Williams che grazie ad una difesa sempre aggressiva trasformano i recuperi di palla con punti pesanti; al 17° siamo sul 30 - 40. Lugano comincia a sentire la fatica, la SAM ne approfitta con un ulteriore allungo e si chiude sul 34-48 per i giocatori della collina nord.


Nella ripresa la Spinelli continua il suo percorso con difesa aggressiva e soluzioni d'attacco positive, anche Lugano trova punti importanti per rimanere in zona di galleggiamento, al 25° due tiri liberi di Togninalli riportano Lugano a -11; 43-54.

La SAM mantiene la calma e continua a giocare con intensità e sorprende i Tigers con un nuovo allungo grazie a Capitan Alex Martino che assieme a Taylor ha avuto il compito di dare ritmo e organizzazione all'attacco con ottimi risultati. Al 30° si chiude sul 49-69.


Il derby è ormai ad appannaggio di Massagno che controlla la partita con le rotazioni di tutti i giocatori a disposizione di Coach Gubitosa. Si chiude con il risultato di 89-65 e la consapevolezza di avere un gruppo tosto e coeso!

Il tabellino:

Kovac: 16

Williams: 12

Martino: 12

Nikolic: 10

Mladjan M.: 4

Taylor: 20

Facchinetti: 2

Hüttenmoser: 0

Veri: 0

Tanackovic: 0

James: 13

75 visualizzazioni0 commenti