Attività Minibasket Under 10 White

Gruppo U11 al primo anno presente! E’ il gruppo dei giovani all’ultimo step nella categoria Minibasket, prima di affacciarsi al mondo del basket giovanile. Avendo dei buoni numeri nelle due annate 2010-2011, le stesse le abbiamo separate chiamandole una U10 (White) con i più giovani, lasciando i compagni più grandicelli nella U11 Red.


Ragazzi e ragazze che sono con noi da parecchio tempo oramai. Lo scorso anno abbiamo interrotto in malo modo la stagione ma poi, dopo un periodo dove ci siamo sentiti solo a distanza con giochi, attività ed esercizi in video, con l’entusiasmo a mille, siamo ripartiti all’aperto, in un bel prato e su due bei campi all’esterno sotto il sole primaverile, eseguendo degli allenamenti sicuramente un po’ anomali, ma apprezzati che poi sono diventati “normali” ed essenziali per ognuno di noi.

Il lavoro per recuperare il tempo perso non manca di certo, la voglia neppure, ed ora, ritornati in palestra con tanti limiti e pochi materiali, abbiamo sì il piacere di divertirci ad ogni allenamento, ma anche l’obbligo di apprendere con serietà quanto ci serve per riempire la nostra valigia di cose nuove. Detta così sembra di “andare a scuola”: invece è fame di conoscenza, voglia di vedersi, comprendere che si è parte di un gruppo compatto che gioca veramente a minibasket e per farlo bene bisogna imparare. Tante domande, tante idee in campo, molti dubbi. I nuovi arrivati, quasi tutti principianti, sono oramai integrati e curiosi di fare esperienze e nuove amicizie attraverso la palla a spicchi. L’allenamento del martedì nella piccola palestra di Savosa, da una parte ad un primo esame può sembrare uno svantaggio (canestri alti e campo cortissimo) ma dall’altra crea un ambiente adatto al lavoro che vogliamo e dobbiamo recuperare: fondamentali a go-go. Il mercoledì a Nosedo si corre…. si gioca … ci si stanca ma ci si lamenta (per fortuna in modo positivo) che bisogna aspettare una settimana per tornare in palestra!

Siamo stati tra i fortunati che hanno potuto disputare almeno una partita in questa stagione, un incontro nella nostra palestra di Nosedo rispettando le regole, il protocollo e tutto quanto necessario imposto dalle Autorità, prima del secondo stop del 2020. I bambini si sono adattati (sono molto bravi a farlo, più degli adulti), gli allenatori e i dirigenti pure, il pubblico distanziato anche, e ne è venuta fuori una bella mattinata in allegria con gli avversari di Mendrisio, seppure per una partita unica, con il piacere di vedere anche finalmente i genitori in palestra, senza purtroppo neanche il piacere di un caffè però. Non è la solita aria di festa delle mattinate minibasket ma ci accontentiamo forzatamente e speriamo di tornare presto a respirare quell’atmosfera elettrizzante del sabato mattina, che è il premio per i ragazzi, dove possono mostrare cioè quanto appreso in palestra, allenamento dopo allenamento, durante la settimana di lavoro. I giocatori ne hanno un bisogno immenso; noi allenatrici pure.

Ci siamo ripromessi di aumentare l’impegno, cambiare strategia, fissare altri obiettivi, perché anche se il divertimento non deve mancare, e guai se non ci fosse, d’altra parte è fondamentale portare avanti il lavoro di apprendimento delle regole di gioco di questi ragazzi nel modo meno noioso possibile e più stimolante che mai. Non hanno alcuna colpa della situazione che si è creata, ma al contrario hanno tutti i diritti di giocare e diventare ciò che vogliono, perché sono loro stessi a chiederlo e li accontenteremo nel limite delle nostre possibilità, guidandoli in campo verso le esperienze più belle possibili.

Il nostro augurio è che il prossimo commento possa essere quello di una partita normale giocata da tutti i nostri U10.

Tata e Paola S.

40 visualizzazioni0 commenti